BMS
Melanoma
Novartis
Lung Unit

Blocco di PD-1 nel carcinoma adrenocorticale avanzato


I carcinomi adrenocorticali (ACC ) sono tumori maligni rari e aggressivi con opzioni di trattamento limitate.
È stato intrapreso uno studio per valutare l'immunogenicità di carcinoma adrenocorticale.

I pazienti con tumore adrenocorticale in fase avanzata sono stati arruolati in uno studio di fase II per valutare l'attività clinica di Pembrolizumab ( Keytruda ) 200 mg ogni 3 settimane, senza restrizioni sulla terapia precedente.

L'endpoint primario era il tasso di risposta obiettiva ( ORR ). L'efficacia è stata correlata con l'espressione di PD-L1 tumorale, alta instabilità del microsatellite e/o deficit del sistema di riparazione del mismatch ( MSI-H / MMR-D ) e i correlati genomici somatici e germinali.

Sono stati arruolati 39 pazienti con carcinoma adrenocorticale avanzato.

Sono stati riportati i risultati dopo un follow-up mediano di 17.8 mesi.

Il tasso di risposta obiettiva al Pembrolizumab è stato del 23% ( 9 pazienti ) e il tasso di controllo della malattia ( DCR ) era del 52% ( n=16 ).
La durata mediana della risposta ( DoR ) non è stata raggiunta.

In tutto hanno risposto 2 di 6 pazienti con tumori MSI-H / MMR-D. Gli altri 7 pazienti con risposte obiettive presentavano tumori con microsatelliti stabili.

La sopravvivenza libera da progressione mediana è stata di 2.1 mesi e la sopravvivenza globale mediana è stata di 24.9 mesi.

Il 13% dei pazienti ( n=5 ) ha presentato eventi avversi di grado 3 o 4 correlati al trattamento.

L'espressione di PD-L1 da parte del tumore e lo stato MSI-H / MMR-D non sono risultati associati alla risposta obiettiva.

I tumori MSI-H / MMR-D, per i quali Pembrolizumab è una terapia standard, sono più comuni nel carcinoma adrenocorticale di quanto non sia stato riconosciuto.
Nel carcinoma adrenocorticale avanzato con microsatelliti stabili, Pembrolizumab ha fornito una attività antitumorale clinicamente significativa e duratura con un profilo di sicurezza gestibile. ( Xagena2020 )

Raj N et al, J Clin Oncol 2020; 38: 71-80

Onco2020 Nefro2020 Endo2020 Farma2020


Indietro