Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoGeriatria
Tumore Mammella

Esiti a 5 anni con Dabrafenib più Trametinib nel melanoma metastatico


I pazienti con melanoma non-resecabile o metastatico con una mutazione BRAF V600E o V600K hanno una sopravvivenza priva di progressione e sopravvivenza globale prolungate quando ricevono il trattamento con inibitori di BRAF più inibitori MEK.
Tuttavia, gli esiti clinici a lungo termine in questi pazienti rimangono indefiniti.

Per determinare i tassi di sopravvivenza a 5 anni e le caratteristiche cliniche dei pazienti con beneficio duraturo sono stati rivisti i dati a lungo termine da studi randomizzati di terapia di combinazione con inibitori di BRAF e MEK.

Sono stati analizzati i dati aggregati di sopravvivenza estesa da due studi condotti su pazienti precedentemente non-trattati che avevano ricevuto l'inibitore BRAF Dabrafenib [ Tafinlar ] ( alla dose di 150 mg due volte al giorno ) più l'inibitore MEK Trametinib [ Mekinist ] ( 2 mg una volta al giorno ) negli studi COMBI-d e COMBI-v.

La durata mediana del follow-up è stata di 22 mesi.

Gli endpoint primari negli studi COMBI-d e COMBI-v erano rispettivamente la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e la sopravvivenza globale ( OS ).

In totale 563 pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Dabrafenib più Trametinib ( 211 nello studio COMBI-d e 352 nello studio COMBI-v ).

I tassi di sopravvivenza libera da progressione sono stati del 21% a 4 anni e del 19% a 5 anni. I tassi di sopravvivenza globale sono stati del 37% a 4 anni e del 34% a 5 anni.

Nell'analisi multivariata, diversi fattori di base ( performance status, età, sesso, numero di siti di organi con metastasi e livello di lattato deidrogenasi ) sono stati significativamente associati sia alla sopravvivenza libera da progressione sia alla sopravvivenza globale.

Una risposta completa si è verificata in 109 pazienti ( 19% ) ed è stata associata a un esito a lungo termine migliore, con un tasso di sopravvivenza globale del 71% a 5 anni.

Il trattamento di prima linea con Dabrafenib più Trametinib ha portato a benefici a lungo termine in circa un terzo dei pazienti con melanoma non-resecabile o metastatico con mutazione BRAF V600E o V600K. ( Xagena2019 )

Robert C et al, N Engl J Med 2019; 381: 626-636

Dermo2019 Onco2019 Farma2019


Indietro