Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore prostata
OncoHub

Talazoparib in pazienti con cancro mammario avanzato e mutazione della linea germinale BRCA


L'inibitore di PARP ( poli-adenosina difosfato-ribosio polimerasi ) Talazoparib ( Talzenna ) ha mostrato attività antitumorale in pazienti con tumore mammario avanzato e mutazioni della linea germinale in BRCA1 e BRCA2 ( BRCA1/2 ).

È stato condotto uno studio randomizzato, in aperto, di fase 3 in cui i pazienti con cancro mammario avanzato e una mutazione BRCA1/2 della linea germinale sono stati assegnati a ricevere Talazoparib ( 1 mg una volta al giorno ) o la terapia standard con singolo agente a scelta del medico ( Capecitabina, Eribulina, Gemcitabina o Vinorelbina in cicli continui di 21 giorni ).

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione.

Dei 431 pazienti sottoposti a randomizzazione, 287 sono stati assegnati a ricevere Talazoparib e 144 sono stati assegnati a ricevere la terapia standard.

La sopravvivenza mediana libera da progressione è risultata significativamente più lunga nel gruppo Talazoparib rispetto al gruppo terapia standard ( 8.6 mesi vs 5.6 mesi, hazard ratio per progressione della malattia o morte, HR=0.54, P minore di 0.001 ).

L'hazard ratio mediano provvisorio per la morte è stato pari a 0.76 ( P=0.11, 57% degli eventi previsti ).

Il tasso di risposta obiettiva è stato più alto nel gruppo Talazoparib rispetto al gruppo terapia standard ( 62.6% vs 27.2%, odds ratio, OR=5.0, P minore di 0.001 ).

Eventi avversi di grado 3-4 ematologici ( principalmente anemia ) si sono verificati nel 55% dei pazienti che hanno ricevuto Talazoparib e nel 38% dei pazienti che hanno ricevuto terapia standard; eventi avversi non-ematologici di grado 3 si sono verificati rispettivamente nel 32% e nel 38% dei pazienti.

Gli esiti riferiti dal paziente hanno favorito Talazoparib; sono stati osservati significativi miglioramenti generali e ritardi significativi nel tempo al deterioramento clinicamente significativo in base allo stato di salute globale, alla qualità di vita e alla scala dei sintomi del seno.

In conclusione, tra i pazienti con tumore mammario avanzato e mutazione BRCA1/2 della linea germinale, Talazoparib come singolo agente ha fornito un beneficio significativo rispetto alla chemioterapia standard nella sopravvivenza libera da progressione.
Gli esiti riferiti dal paziente sono stati superiori con Talazoparib. ( Xagena2018 )

Litton JK et al, N Engl J Med 2018; 379: 753-763

Onco2018 Gyne2018 Farma2018


Indietro