Oncologia Morabito
Roche Oncologia
Cortinovis SCLC 2021
Tumore prostata

Copanlisib nei pazienti con tumori con mutazioni PIK3CA: risultati del sottoprotocollo Z1F dello studio EAY131


Le mutazioni attivanti in PIK3CA sono osservate in più tipi di tumore.
EAY131 è uno studio con approccio agnostico che ha arruolato pazienti destinati a terapie mirate sulla base di alterazioni genomiche corrispondenti.
Il braccio Z1F ha valutato Copanlisib ( Aliqopa ), un inibitore della fosfoinositide 3-chinasi ( PI3K ) specifico dell'isoforma alfa e delta, nei pazienti con mutazioni di PIK3CA ( con o senza perdita di PTEN ).

I pazienti hanno ricevuto Copanlisib 60 mg per via endovenosa una volta a settimana nei giorni 1, 8 e 15 in cicli di 28 giorni fino a progressione o tossicità.
Sono state escluse le pazienti con mutazioni KRAS, tumore mammario positivo al recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano ( HER2 ) e linfomi.

L'endpoint primario era il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) valutato centralmente; gli endpoint secondari includevano la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), la sopravvivenza libera da progressione a 6 mesi ( PFS6 ) e la sopravvivenza globale ( OS ).

Sono stati arruolati 35 pazienti e 25 sono stati inclusi nell'analisi di efficacia primaria come prespecificato nel protocollo.
Sono state arruolate istologie multiple, le più comuni delle quali erano l'istologia ginecologica ( n=6 ) e l'istologia gastrointestinale ( n=6 ).
Il 68% dei pazienti aveva 3 o più linee di terapia precedente.
Il tasso di risposta globale ( ORR ) è stato del 16% ( 4 su 25 ) con P=0.0341 rispetto a un tasso nullo del 5%.

Il motivo più comune per l'interruzione del protocollo è stata la progressione della malattia ( n=17, 68% ).
Le tossicità di grado 3/4 osservate sono state coerenti con le tossicità riportate per l'inibizione della via PI3K.

In tutto 16 pazienti ( 53% ) hanno presentato tossicità di grado 3 e un paziente ( 3% ) ha presentato tossicità di grado 4 ( criteri CTCAE versione 5.0 ).
Le tossicità più comuni hanno incluso iperglicemia ( n=19 ), affaticamento ( n=12 ), diarrea ( n=11 ), ipertensione ( n=10 ) e nausea ( n=10 ).

Lo studio ha raggiunto il suo endpoint primario con un tasso di risposta globale del 16% ( P=0.0341 ) con Copanlisib che ha mostrato attività clinica nei tumori selezionati con mutazione PIK3CA in ambiente refrattario. ( Xagena2022 )

Damodaran S et al, J Clin Oncol 2022; 40: 1552-1561

Onco2022 Farma2022


Indietro