Lung Unit
Tumore Uroteliale
Melanome
Tumore Vescica

Dabrafenib più Trametinib nel cancro polmonare non-a piccole cellule metastatico BRAF V600E-mutato precedentemente non-trattato


La mutazione BRAF V600E si verifica nell'1-2% degli adenocarcinomi polmonari e agisce come un driver oncogenico.
Dabrafenib ( Tafinlar ), da solo o in associazione con Trametinib ( Mekinist ), ha mostrato una notevole attività antitumorale nei pazienti con cancro polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) metastatico BRAF V600E-mutato, precedentemente trattato.
Sono state valutate l'attività e la sicurezza del trattamento con Dabrafenib più Trametinib in pazienti precedentemente non-trattati con tumore NSCLC metastatico BRAF V600E-mutato.

In uno studio di fase 2, multicentrico, non-randomizzato, in aperto, adulti a partire da 18 anni di età con tumore NSCLC metastatico BRAF V600E-mutato, precedentemente non-trattato, sono stati arruolati nella coorte C costituita da 19 Centri in 8 Paesi di Nord America, Europa e Asia.
I pazienti hanno ricevuto Dabrafenib per via orale 150 mg due volte al giorno più Trametinib per via orale 2 mg una volta al giorno fino a progressione della malattia, eventi avversi inaccettabili, ritiro del consenso o decesso.

L'endpoint primario era la risposta complessiva definita come la percentuale di pazienti che hanno ottenuto una risposta completa confermata o una risposta parziale, secondo i criteri RECIST di valutazione della risposta nei tumori solidi versione 1.1.

Tra il 2014 e il 2015, 36 pazienti sono stati arruolati e trattati in prima linea con Dabrafenib più Trametinib.
Il follow-up mediano è stato di 15.9 mesi al cutoff dei dati nel 2017.

La proporzione di pazienti con risposta generale confermata è stata di 23 ( 64% ), con 2 pazienti ( 6% ) che hanno ottenuto una risposta completa e 21 ( 58% ) una risposta parziale.

Tutti i pazienti hanno presentato uno o più eventi avversi di qualsiasi grado e 25 ( 69% ) hanno manifestato uno o più eventi di grado 3 o 4.
I più comuni eventi avversi ( verificatisi in più di 2 pazienti ) di grado 3 o 4 sono stati piressia ( 4, 11% ), aumento della alanina aminotransferasi ( 4, 11% ), ipertensione ( 4, 11% ) e vomito ( 3, 8% ).

Eventi avversi gravi che si sono verificati in più di 2 pazienti ed hanno incluso l'aumento della alanina aminotransferasi ( 5, 14% ), piressia ( 4, 11% ), aumento dell'aspartato aminotransferasi ( 3, 8% ) e diminuzione della frazione di eiezione ( 3, 8% ).
È stato segnalato un evento avverso grave fatale ritenuto estraneo al trattamento dello studio ( arresto cardiorespiratorio ).

La combinazione di Dabrafenib e Trametinib rappresenta una nuova terapia con attività antitumorale clinicamente significativa e un profilo di sicurezza gestibile in pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule con mutazione BRAF V600E, precedentemente non-trattato. ( Xagena2017 )

Planchard D et al, Lancet Oncology 2017; 18: 1307-1316

Onco2017 Pneumo2017 Farma2017


Indietro