Natera Banner
Gilead Banner
Bayer Banner
Tumore prostata

Dostarlimab per tumore endometriale primario avanzato o ricorrente


Dostarlimab ( Jemperli ) è un inibitore del checkpoint immunitario mirato a PD-1.
La combinazione di chemioterapia e immunoterapia può avere effetti sinergici nel trattamento del tumore dell'endometrio.

È stato condotto uno studio di fase 3, globale, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo.

Le pazienti eleggibili con tumore dell'endometrio primario avanzato in stadio III o IV o prima recidiva sono state assegnate in modo casuale a ricevere Dostarlimab ( 500 mg ) o placebo, più Carboplatino ( area sotto la curva concentrazione / tempo, 5 mg per millilitro per minuto ) e Paclitaxel ( 175 mg per metro quadrato di superficie corporea ), ogni 3 settimane ( 6 cicli ), seguito da Dostarlimab ( 1.000 mg ) o placebo ogni 6 settimane fino a 3 anni.

Gli endpoint primari erano la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) valutata dallo sperimentatore secondo i criteri RECIST di valutazione della risposta nei tumori solidi, versione 1.1, e la sopravvivenza globale ( OS ).
È stata valutata anche la sicurezza.

Dei 494 pazienti sottoposti a randomizzazione, 118 ( 23.9% ) presentavano tumori con deficit di riparazione del mismatch ( dMMR ) e con instabilità dei microsatelliti elevata ( MSI-H ).

Nella popolazione dMMR-MSI-H, la sopravvivenza libera da progressione stimata a 24 mesi è stata del 61.4% nel gruppo Dostarlimab e del 15.7% nel gruppo placebo ( hazard ratio per progressione o morte, HR=0.28; P minore di 0.001 ).

Nella popolazione complessiva, la sopravvivenza libera da progressione a 24 mesi è stata del 36.1% nel gruppo Dostarlimab e del 18.1% nel gruppo placebo ( HR=0.64; P minore di 0.001 ).

La sopravvivenza globale a 24 mesi è stata del 71.3% con Dostarlimab e del 56.0% con placebo ( hazard ratio per la mortalità, HR=0.64 ).

Gli eventi avversi più comuni verificatisi o peggiorati durante il trattamento sono stati: nausea ( 53.9% dei pazienti nel gruppo Dostarlimab e 45.9% di quelli nel gruppo placebo ), alopecia ( 53.5% e 50.0% ) e affaticamento ( 51.9% e 54.5% ).
Gli eventi avversi severi e gravi sono stati più frequenti nel gruppo Dostarlimab rispetto al gruppo placebo.

Dostarlimab più Carboplatino - Paclitaxel ha aumentato significativamente la sopravvivenza libera da progressione tra le pazienti con carcinoma endometriale primario avanzato o ricorrente, con un beneficio sostanziale nella popolazione dMMR-MSI-H. ( Xagena2023 )

Mirza MR et al, N Engl J Med 2023; 388: 2145-2158

Gyne2023 Onco2023 Farma2023



Indietro