Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore rene
Tumore Vescica

Efficacia e sicurezza del trattamento con Avelumab di prima linea nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel metastatico in stadio IV


Il carcinoma a cellule di Merkel ( MCC ) è un carcinoma cutaneo aggressivo associato a ridotta sopravvivenza nei pazienti con malattia metastatica a distanza.
I risultati della parte A dello studio JAVELIN Merkel 200 ( Avelumab in pazienti con carcinoma a cellule di Merkel ) hanno mostrato che Avelumab ( Bavencio ), un anticorpo anti-PD-L1, ha efficacia nel trattamento di seconda linea o successivo nei pazienti con carcinoma a cellule di Merkel metastatico ( mMCC ).

Sono state valutate l'efficacia e la sicurezza di Avelumab come trattamento di prima linea per i pazienti con mMCC a distanza.
Lo studio JAVELIN Merkel 200 parte B è una sperimentazione clinica internazionale, multicentrica, a braccio singolo, in aperto, con monoterapia di Avelumab in prima linea.
I pazienti eleggibili erano adulti con carcinoma a cellule di Merkel metastatico che non avevano ricevuto un precedente trattamento sistemico per malattia metastatica.
I pazienti non sono stati selezionati per l'espressione di PD-L1 o stato di poliomavirus delle cellule di Merkel.

I pazienti hanno ricevuto Avelumab, 10 mg/kg, per infusione endovenosa di 1 ora ogni 2 settimane fino a conferma della progressione della malattia, effetti tossici inaccettabili o ritiro.
Lo stato del tumore è stato valutato ogni 6 settimane secondo i criteri RECIST di valutazione della risposta nei tumori solidi versione 1.1.

L'endpoint primario era la risposta duratura, definita come una risposta obiettiva con una durata di almeno 6 mesi.
Gli endpoint secondari includevano la migliore risposta complessiva, la durata della risposta, la sopravvivenza libera da progressione, la sicurezza e la tollerabilità.

Sono stati arruolati 39 pazienti ( 30 uomini e 9 donne, età media, 75 anni ), con un follow-up mediano di 5.1 mesi.

In una analisi pre-pianificata, l'efficacia è stata valutata in 29 pazienti con almeno 3 mesi di follow-up; il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) confermata è stato del 62.1%, con 14 risposte su 18 ( 77.8% ) in corso al momento dell'analisi.

Nei pazienti che hanno risposto, la proporzione stimata con durata della risposta di almeno 3 mesi è stata del 93%; con durata della risposta di almeno 6 mesi, 83%.

Il trattamento con Avelumab di prima linea è stato generalmente ben tollerato e non si sono verificati decessi correlati al trattamento o eventi avversi di grado 4.

In conclusione, gli alti tassi di risposta alla terapia con Avelumab di prima linea in pazienti con carcinoma a cellule di Merkel con metastasi a distanza, basati su attività antitumorale precedentemente riportata dopo il trattamento di seconda linea o successivo, e i dati di sopravvivenza senza progressione in aumento, hanno indicato che le risposte sono durature.
Questi dati supportano ulteriormente l'approvazione di Avelumab negli Stati Uniti e nell'Unione Europea e il suo uso come trattamento standard per il carcinoma a cellule di Merkel in fase metastatica. ( Xagena2018 )

D’Angelo SP et al, JAMA Oncol 2018;4(9):e180077. doi: 10.1001/jamaoncol.2018.007

Onco2018 Dermo2018 Farma2018


Indietro