BMS
Roche Oncologia
Lung Unit
Novartis

Prevalenza e fattori predittivi di fragilità nei sopravvissuti al tumore infantile e fratelli: report dal Childhood Cancer Survivor Study


È stata stimata la prevalenza della fragilità tra i sopravvissuti al cancro infantile e sono stati determinati gli effetti diretti e indiretti delle esposizioni al trattamento, dei fattori dello stile di vita e delle condizioni croniche gravi, invalidanti e potenzialmente fatali sulla fragilità.

Sono stati inclusi i sopravvissuti a tumore infantile da 5 anni o più dalla diagnosi, trattati tra il 1970 e il 1999 quando avevano meno di 21 anni ( n=10.899; età media, 37.6 anni; 48% maschi, 86% bianchi ) e i loro fratelli ( n=2.097; età media, 42.9 anni ).

La fragilità è stata definita come la presenza di 3 o più delle seguenti caratteristiche: massa magra bassa, spossatezza, basso dispendio energetico, limiti nella deambulazione e debolezza.
Sono stati usati modelli lineari generalizzati per valutare le associazioni dirette e indirette tra fragilità ed esposizioni al trattamento, caratteristiche sociodemografiche, fattori dello stile di vita e condizioni croniche.

La prevalenza complessiva di fragilità tra i sopravvissuti è stata 3 volte superiore rispetto ai fratelli ( 6.4% vs 2.2% ).

I sopravvissuti ai tumori del sistema nervoso centrale ( SNC )( 9.5% ) e ai tumori ossei ( 8.1% ) presentavano la più alta prevalenza di fragilità.

Sopravvissuti esposti a radiazioni craniche, radiazioni pelviche maggiori o uguali a 34 Gy, radiazioni addominali maggiori di 40 Gy, Cisplatino maggiore o uguale a 600 mg/m2, amputazione o chirurgia polmonare hanno aumentato il rischio di fragilità.
Queste associazioni sono state parzialmente ma non completamente attenuate quando caratteristiche sociodemografiche, fattori di stile di vita e condizioni croniche sono state aggiunte a modelli multivariabili.

Radiazioni craniche ( rapporto di prevalenza PR, 1.47 ), radiazioni pelviche maggiori o uguali a 34 Gy ( PR, 1.46 ) e chirurgia polmonare ( PR, 1.75 ) sono rimaste significative dopo aver preso in considerazione le condizioni sociodemografiche, lo stile di vita e le condizioni croniche.

I sopravvissuti a tumore infantile hanno riportato una maggiore prevalenza di fragilità rispetto ai fratelli.
Le esposizioni alle radiazioni e alla chirurgia polmonare sono state associate ad un aumentato rischio di fragilità.
Sono necessari interventi per prevenire, ritardare l'insorgenza o porre rimedio alle malattie croniche e/o promuovere uno stile di vita sano per ridurre la prevalenza della fragilità e preservare la funzionalità in questa popolazione a rischio. ( Xagena2020 )

Hayek S et al, J Clin Oncol 2020; 38: 232-247

Onco2020 Pedia2020



Indietro