BMS
Novartis
Lung Unit
Tumore Mammella

Trastuzumab oltre la progressione nei pazienti con tumore gastrico o della giunzione gastroesofagea avanzato positivo a HER2: studio T-ACT


È stato valutato l'uso continuo di Trastuzumab ( Herceptin ) oltre la progressione ( TBP ) nel tumore gastrico o della giunzione gastroesofagea ( G/GEJ ) avanzato positivo al recettore del fattore di crescita epidermico 2 ( HER2 ).

I pazienti con carcinoma gastrico o della giunzione gastroesofagea avanzato HER2-positivo refrattario alla chemioterapia di prima linea con Trastuzumab in associazione con fluoropirimidina e Platino erano idonei.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale al braccio Paclitaxel ( 80 mg/m2, giorni 1, 8 e 15, ogni 4 settimane ) o al braccio Paclitaxel con Trastuzumab ( PT; inizialmente 8 mg/kg seguito da 6 mg/kg, ogni 3 settimane ).

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ). Gli endpoint secondari includevano la sopravvivenza globale ( OS ), il tasso di risposta e la sicurezza. Sono stati analizzati biomarcatori come lo stato di espressione di HER2 nel tessuto tumorale dopo il trattamento di prima linea, l'amplificazione di HER2 valutata nel DNA circolante e i livelli di HER2 solubile.

Complessivamente, 91 pazienti sono stati assegnati al braccio Paclitaxel ( n=46 ) e al braccio Paclitaxel + Trastuzumab ( n=45 ).

La sopravvivenza libera da progressione mediana nei bracci Paclitaxel e Paclitaxel con Trastuzumab è stata rispettivamente di 3.2 e 3.7 mesi ( hazard ratio, HR=0.91; P=0.33 ) e la sopravvivenza mediana globale in entrambi i bracci è stata di 10 mesi ( HR=1.2; P=0.20 ).

I tassi di risposta complessivi nei bracci Paclitaxel e Paclitaxel + Trastuzumab sono stati rispettivamente del 32% e del 33% ( P=1.00 ) e la sicurezza è risultata comparabile tra i due bracci.

Nelle analisi esplorative, la positività a HER2 dei tessuti tumorali è stata persa dopo la chemioterapia di prima linea in 11 pazienti su 16 ( 69% ) i cui tessuti tumorali erano disponibili e l'amplificazione del DNA HER2 circolante è stata rilevata in 41 pazienti su 68 ( 60% ).
Tuttavia, non sono stati trovati biomarcatori associati all'efficacia di Trastuzumab oltre la progressione.

La strategia con Trastuzumab oltre la progressione non è riuscita a migliorare la sopravvivenza senza progressione nei pazienti con tumore gastrico o della giunzione gastroesofagea avanzato HER2-positivo e non sono stati trovati biomarcatori di beneficio. ( Xagena2020 )

Makiyama A et al, J Clin Oncol 2020; 38: 1919-1927

Gastro2020 Onco2020 Farma2020


Indietro